Sabato 31 ottobre, come già illustrato in queste pagine, ad Adria nelle bellissime acque del Canal Bianco e nei paddock dell’Internationa Raceway di Adria si è svolto l’Italian Master.

Oltre ad un2 classa grande e bellissima kermesse di chiusura della stagione agonistica, si è svolta una competizione a grandissimo livello, organizzata dagli amici di MatchFishing, che ha visto primeggiare i nostri colori: la coppia composta da Simone Donetti e Luca Armiraglio ha ottenuto il miglior risultato tra gli oltre 600 pescatori presenti e la squadra composta da Giancarlo e Luca Armiraglio, Simone Donetti e Thomas Galvani ha ottenuto il secondo posto assulto, lasciandosi scappare per pochi grammi il gradino più alto del podio.

Oggi abbiamo sentito Simone che ci ha detto:” il Canal Bianco a Canavella Po è un campo gara che ci piace molto, in maniera particolare a me, essendo un canale imprevedibile tra la marea e le Breme non si sa mai a cosa si va incontro. Io e Luca, considerato il periodo dell’anno e la presunta scarsa pescosità, abbiamo optato per un approccio un più soft del solito:  un fondo iniziale povero di esche  e senza forzare troppo con le quantità. Per tali motivi, abbiamo miscelato la pastura Rivier Noir di Rameaux (marchio per il quale Hydra è esclusivista per l’Italia, ndr) con al Terra de Riviere Black, in rapporto di 1:1, a cui abbiamo aggiunto un pizzico di fuilles. Per alimentare, durante la gara, abbiamo usato – sempre in percentuale 1:1 – Terre de Somme Black e Terre de Riviere Black, aggiungendo- poco per volta- il fouilles durante la gara. A nostro modo di vedere, questa è stata l’arma vincente!

La nostra pescata è stata molto regolare: portiamo alla pesa circa 9 kg a testa di Breme, di taglia tra i 200-400 grammi che ci valgono il primo di settore e l’assoluto di giornata .

Per quanto riguarda le lenze abbiamo optato per 2 tipologie di vele ,il Sail per la pesca a passare e il Foglia per pescare bloccati sulla pastura, costruendo le lenze su del monofilo Energy dello 0.20. Come ami io ho optato per l’IM-70, che ritengo essere il top per la pesca ad Adria, mentre Luca ha preferito l’IM-90 nelle misure 14-16, legati su Prodige dello 0.14.

La nostra squadra, formata da Thomas Galvani, Giancarlo Armiraglio, Luca Armiraglio ed io, chiude con un primo e un terzo che ci valgono la seconda piazza assoluta; perdendo davvero per pochi grammi. Vincere sarebbe stata la ciliegina sulla torta per un annata molto positiva per il gruppo Hydra, anche alla luce dei tanti sacrifici che Armiraglio, Vanoli e Scarioni fanno noi.12191792_1212232492125683_6075001139667657569_n

Per quanto mi riguarda, è stato molto appagante pescare con Luca: l’ho visto crescere agonisticamente e maturare in maniera incredibile, dalle prime carpe al laghetto, ai mondiali giovanili fino al podio del Campionato Italiano. Spero, un domani non troppo lontano, di averlo al mio fianco nelle gare di massimo livello.
Tornando all’Italian Master, vorrei fare i miei complimenti ad Alessandro Scarponi, a Luca Caslini ed a tutti i collaboratori di Match Fishing per aver organizzato in modo superlativo una manifestazione che ha permesso a moltissime persone di festeggiare la conclusione della stagione.

Per quanto attiene alle squadre legate al marchio Hydra ritengo sia stato un anno molto positivo: al primo anno in CIS, la squadra dei Sommesi Hydra della quale faccio parte, chiude con un onorevole 5° posto con qualche rammarico e un po’ di delusione, ma con un risultato sopra le più rosee aspettative; due squadre promosse dal campionato di A1 ( con la società Il Traghetto Hydra), con il miglior piIMG-20151101-WA0007azzamento individuale del campionato di A1 (con Dario Alessandri del Dany Club Hydra) e con la conferma in A1 della squadra di Luca, con un’età media inferiore ai 21 anni.

Colgo l’occasione per ringraziare la società Sommesi Hydra che ci ha sostenuto e seguito per tutt’Italia ed un ringraziamento veramente molto sentito ai titolari di Hydra ed in particolare a Giancarlo, che oltre a metterci a disposizione la sua esperienza, ci ha consentito di pescare con attrezzature veramente al top, in termini di qualità”

Beh…che dire…GRAZIE SIMONE!!! Ci rivediamo nei prossimi appuntamenti ufficiali di Hydra, a Roma il 22 novembre ad ai Laghi Tensi il prossimo 8 dicembre

 

IMG_0209

IMG_1388

IMG_1402

IMG_9905

IMG_9922

IMG_9929

IMG_9975

IMG_9977

IMG_9978

IMG_9981

IMG_9982

IMG_9983

IMG_9984 e.