adria_sfondo

Le prime due prove del Campionato Italiano a Squadre 2016 sono state davvero dure per le nostre squadre: è naufragato il Traghetto, non fa bene la squadra B della Sommesi mentre la squadra A, pur in grossa difficoltà, naviga un po’ sotto la metà classifica.
Ovviamente nulla è compromesso, anche se la strada è certamente più in salita rispetto a prima, ma siamo ottimisti e – soprattutto – certi che i nostri ragazzi che la metteranno tutta.
Abbiamo sentito i due capitani, Fulvio Vanoli e Giancarlo Armiraglio che hanno risposto alle nostre domande.

D. Ciao Fulvio, cosa è successo lo scorso weekend sulle acque del Canal Bianco?

R. Ciao a tutti, purtroppo è stata una vera debaclè benchè nell’ultimo giorno di prove abbiamo preso tanto pesce con regolarità.Certamente abbiamo sbagliato approccio su un canale veramente molto difficile. Il canal bianco che abbiamo avuto di fronte sabato e domenica è stato molto diverso da quello che abbiamo visto nelle prove effettuate nell’ultimo mese e, complice la poca esperienza su questo bel campo di gara, ecco servita la frittata. I dettagli da noi trascurati sono quelli che hanno consentito ai migliori di trarre vantaggio ancora una volta sapendo leggere bene le condizioni, farle proprio e sfruttarle, cosa che a noi non è riuscitala non per sfortuna nei sorteggi ma per disattenzione.
Nonostante abbia riflettuto non saprei dire con certezza quale possa essere stato l’errore più grave, la pastura, la terra, gli addittivi o il modo di pescare; probabilmente e realisticamente credo che ci siano stati un po’ tutti questi dettagli perché diversamente non sarebbe possibile spiegare risultati tanto negativi. Qualche idea e pensiero in merito l’avrei anche se tardivo…ma lo proveremo in un’altra occasione.
Ora però dobbiamo, da un lato far tesoro di questa esperienza che, seppur fortemente negativa, ci ha insegnato molto e, dall’altro lato, far leva su quanto di buono è emerso in questi quattro giorni trascorsi sulle rive del canale.
Abbiamo la fortuna di essere davvero un bel gruppo, affiatato che sta bene insieme, quindi da questo dobbiamo ripartire cominciando fin da ora a pensare alla Lama.
La prossima gara (il 12/06) sarà per noi, in un campo che conosciamo e che dobbiamo preparare bene e meglio, cercando di avvicinare qurlo che è e rimane il nostro obbiettivo, il 22^ posto consci della forza dei nostri tanti avversari, che certamente non ci regaleranno nulla.
Sono certo che tutti i miei compagni faranno vedere ciò di cui son capaci! Nulla è perduto, dobbiamo guardare al futuro con grinta e positività, convinti che ce la possiamo fare.

D. Grazie Fulvio, non ci resta che augurare a te ed a tutta la Traghetto Hydra un grande in bocca al lupo

R. Grazie a te e, soprattutto, a tutti coloro che seguono il nostro sito e ci sono vicini. Noi ce la metteremo davvero tutta per far in modo che la nostra società ed il nostro marchio possa continuare ad avere una grande rappresentanza nel massimo campionato italiano. Ci vediamo sulla Lama, campo che conosciamo di più e sul quale, da oggi,concentreremo tutti i nostri sforzi.

Abbiamo sentito anche Giancarlo, capitano dei Sommesi Hydra, che ci ha detto:

D. Ciao Giancarlo, anche a voi il Canal Bianco di Adria non ha concesso nulla, come sono andate le gare?

R. Ciao a tutti e grazie! Purtroppo fin dal venerdì si era notato che il campo gara era, di fatto, diviso in due: i primi tre settori della zona A e gli ultimi tre della zona D avevano una buona pescosità, mentre nella parte centrale del campo i pesci andavo cercati: purtroppo non lo abbiamo capito! Abbiamo preparato terre e pasture molto leganti che, da un lato hanno consentito a me Simone, almeno al sabato (che pescava in quarta zona), di avere una pesca continua, mentre nei settori centrali Alessandro e Franco non hanno mai avuto pesca, a causa di un fondo che ci ha messo troppo a lavorare, non consentendo loro di avere il pesce. Lo stesso vale per la squadra B che, purtroppo, oltre alle enormi difficoltà generate dalle nostre scelte, ha avuto in sorte anche picchetti nel settore D della pirma zona e nel settore A della quarta sia il sabato che la domenica, rendendo ancora più pesante il risultato.
Purtroppo abbiamo sbagliato, ma nulla è perduto!

D. Adesso si va sul tratto Centrale del Cavo Lama, ci sarà la riscossa?

R. Se ci sarà la riscossa non lo so, ma lo spero concretamente: a differenza di Adria, campo al quale siamo lontani dall’identificare correttamente la pescata, sulla Lama abbiamo le idee molto più chiare e, nonostante i grandi campioni ai quali va giustamente dato merito, venderemo cara la pelle!

D. Grazie Gianki, ci vediamo sulla Lama

R. Grazie a tutti e vorrei cogliere l’occasione per fare i complimenti ai ragazzi della Valdera: sul Canal Bianco hanno semplicemente una marcia in più e sono imbattibili. Bravi!!!

adria_12

adria_6

adria_15

adria_14

adria_13

adria_11

adria_10

adria_9

adria_8

adria_7

adria_5

adria_4

adria_3

adria_2